Skip to content

Quick News

Equinozio di Primavera non più il 21 Marzo

Quando è l’Equinozio di Primavera? Il 21, la primavera inizia il 21 marzo. Da quest’anno, però non sarà il 21 il consueto giorno per l’inizio della primavera, ma il 20 Marzo e precisamente alle ore 17:15.

Come mai questo spostamento?

La colpa è da attribuirsi al calendario gregoriano, introdotto nel 1582 da Papa Gregorio XIII, e del cosiddetto anno bisestile. Questo calendario è imperfetto e non rappresenta esattamente il periodo orbitale della Terra intorno al Sole, che è pari a 365 giorni, 6 ore, 9 minuti e 10 secondi (365,25 giorni).  Contempla circa un quarto di giorno in meno di quello che serve alla Terra per completare la propria rivoluzione intorno al Sole.

L’effetto dell’anno bisestile è quello di spostare indietro di circa 18 ore nel calendario la data dell’equinozio, dopo i graduali spostamenti in avanti di circa 6 ore negli anni normali.

A lungo andare questi spostamenti indietro generati dagli anni bisestili risultano eccessivi, così una volta al secolo, per tre secoli su quattro, viene saltato un bisestile proprio per compensare questo eccesso. Vengono pertanto non ritenuti bisestili gli anni secolari non divisibili per 400 (come il 1700, il 1800, il 1900, il 2100 e così via).

Occorre quindi abituarsi al giorno 20 marzo, poiché in questo secolo l’equinozio di primavera non sarà più il 21 di marzo, e dal 2048 potrà avvenire qualche volta anche il 19 marzo. Dovremmo attendere il 2100 affinché ritorni il 21 di marzo.

Ricordiamo che dall’inizio di questo secolo l’equinozio è capitato il 21 marzo solo in tre occasioni: nel 2003, nel 2007 e nel 2011.