Inizio settimana freddo con neve a bassa quota al Nord-est e non solo

Buona serata amici di Rete Meteo Amatori dopo un inizio di Febbraio prettamente invernale, non ci saranno cambi per l’inizio della prossima settimana a causa della scesa di una fredda perturbazione nord-atlantica tra Lunedì e Mercoledì sulla penisola.

Tendenza Meteo Settimana

Lunedì come vediamo dalla mappa della pressione l’Anticiclone dell’Azzorre rimarrà defilato ancora una volta sull’Oceano Atlantico mentre il ciclone islandese si abbasserà veicolando aria fredda ed instabile.

Nella prima parte della giornata andrà a formarsi un minimo sul mar Ligure con rovesci al Centro e nord-est. Vista l’aria fredda presente al suolo , nelle regioni orientali dove avremo precipitazioni avremo già le prime nevicate in pianura sull’Emilia Romagna nelle zone centrali a ridosso dell’Appennino, all’asciutto il nord-ovest , fiocchi sopra i 300m tra Veneto e Friuli, mista in pianura.

Al centro in Toscana nevicate nel nord regione a quote collinari sopra i 500m.

A seguire nella seconda parte  di giornata la perturbazione sposterà il suo minimo di azione sul medio alto Adriatico portando nevicate sempre fin fondovalle a ridosso dell’Appennino romagnolo e, mista sulle coste da valutare, neve sopra i 300m sull’Appennino toscano orientale e marchigiano in serata.

Al sud invece avremo un richiamo umido e più mite con venti meridionali e rovesci in serata sui settori tirrenici con neve sopra i 1000-1200m

 

 

Martedì  la bassa pressione scivolerà sul basso Adriatico attivando venti da nord-est con aria molto fredda in scesa al centro-nord e possibilità ancora di nevicate al primo mattino fin la pianura sulla Romagna e nord Marche leggermente sopra fin all’Abruzzo sui 300m. nel corso della giornata.

Rovesci diffusi al sud con quota neve in calo sui 700-1000m in serata forse localmente piu’ in basso sulla Puglia. Sulla Sardegna instabile con quota neve sui 700m

Mercoledì Rimane molto incerto visto un minimo secondario in formazione in mattinata che potrebbe portare nuovi fenomeni al centro con neve nuovamente fin a quote basse mentre la perturbazione sarà sulla Grecia.

Staremo a vedere in queste giornate di così diffusa instabilità basta un minimo cambio dell’entrata delle perturbazioni ad incidere sulla previsioni. A seguire possibile fase più mite e stabile con la rimonta dell’Anticiclone delle Azzorre.

Al prossimo aggiornamento!

Articolo Consigliato->> Stratwarming = Neve?

 

Autore dell'articolo: Baggiani Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*