Venerdì e Sabato ritorno del Maltempo, Neve sulle Alpi

Dopo l’inizio settimana soleggiato, complice l’aumento dei geopotenziali a seguito del rinforzo dell’Anticiclone delle Azzorre, una nuova saccatura di origine nord atlantica, scenderà verso la Francia e il mediterraneo occidentale.

Si avrà così un netto contrasto con l’anticiclone che si dividerà in due parti, una in spostamento sul Portogallo e l’altra verso i Balcani.

Questo contrasto toglierà però molta energia alla perturbazione, ma comunque le piogge riusciranno a raggiungere il nostro paese in particolare al Nord e sulle regioni del versante tirrenico, meno coinvolte le regioni meridionali. Neve anche abbondante sulle Alpi.

Le Temperature

A livello termico non vi aspettate il ritorno del freddo, anzi il clima si manterrà piuttosto mite a seguito del richiamo sciroccale che interesserà maggiormente il centro-sud. Ci attendiamo quindi un aumento dei valori minimi, più fresco solamente al Nord Ovest e sui settori Alpini. Il freddo quello vero non è in vista.

Nel dettaglio:

Già domani giovedì 25 Gennaio avremo nubi in aumento al nord e sulle tirreniche con prime deboli precipitazioni su Liguria e alta Toscana, con interessamento poi entro fine giornata anche del Piemonte orientale.

Venerdì, il fronte perturbato farà il suo ingresso, apportando precipitazioni su gran parte dei settori Nord Occidentali e con interessamento dei settori Tirrenici in particolare la Toscana, meno coinvolto il Lazio anche se qualche debole pioggia potrà verificarsi.

 

Sabato ancora precipitazioni al Nord Ovest ma con leggero interessamento del Nordest, specie tra la notte di venerdì e sabato.

Domenica tendenza verso un miglioramento con piogge che si presenteranno meno diffuse.

Venti

In intensificazione dai quadranti meridionali in particolare di Scirocco.

Neve copiosa sulle Alpi

Nevicherà copiosamente sui settori Alpini, in particolar modo più abbondante sul comparto occidentale a quote superiori agli 800/1200m

 

Seguiranno Aggiornamenti

Autore dell'articolo: Pardini Andrea