Rischio di Valanghe 4-Forte Alpi Occidentali

 

Nella giornata di Lunedì 8 Gennaio 2018 sono attese nevicate abbondanti sulle Alpi Occidentali, quelle piemontesi e della valle d’aosta da quota 1000/1400m. In questi settori saranno infatti possibili accumuli fino a un metro in 24h, inoltre la forte ventilazione di Scirocco determinerà un aumento del rischio valanghe.

Bollettino Valanghe regione Piemonte

Vi alleghiamo l’estratto del bollettino valanghe emesso dal Centro Funzionale regione Piemonte.

Rischio Valanghe 8 Gennaio 2018
Rischio Valanghe 8 Gennaio 2018

Sono attese intense precipitazioni nevose oltre i 1200-1400m, localmente fino a 1000m. I quantitativi maggiori interesseranno i settori nord occidentalie occidentali fino alla Valle Po.

Le nevicate saranno accompagnate da venti sciroccali (quadranti meridionali) forti o molto forti con conseguente formazione di importanti accumuli sui versanti a tutte le esposizioni.

E’ attesa una diffusa attività valanghiva spontanea con valanghe di medie e anche grandi dimensioni in relazione ai reali quantitativi di neve accumulati che potranno interessare la viabilità e le infrastrutture di fondovalle.

Il grado di pericolo è in aumento fino a 4-Forte sulla maggior parte dei settori. Le escursioni così come le discese fuori pista sono fortemente limitate ed è richiesta una grande capacità di valutazione locale del pericolo valanghe.

Rischio Valanghe 9 Gennaio 2018
Rischio Valanghe 9 Gennaio 2018

Il grado di pericolo è 4-forte sulla maggior parte dei settori. Residue precipitazioni nevose interessano ancora al mattino i settori alpini concentrandosi perlopiù su quelli settentrionali.

L’instabilità del manto nevoso raggiunge il suo apice, per cui sono attese le valanghe spontanee di grandi dimensioni dai siti che non si sono ancora scaricati. Sono possibili valanghe spontanee diffuse di medie e grandi dimensioni con possibile interessamento della viabilità e delle infrastrutture di fondovalle.

Il distacco provocato è legato al debole sovraccarico sulla maggior parte di pendii ripidi, localmente anche nelle radure dei boschi, tuttavia il problema principale è legato all’attività valanghiva spontanea.

Le escursioni, così come le discese fuori pista, sono fortemente limitate ed è richiesta una grande capacità di valutazione locale del pericolo valanghe.

 

Autore dell'articolo: Pardini Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*