Neve Abbondante Alpi Occidentali – 6/9 Gennaio 2018

I settori Alpini Occidentali, come abbiamo potuto vedere dai vari aggiornamenti, (Webcam, Foto e Video) che abbiamo pubblicato sulla pagina Facebook, hanno visto nevicate abbondanti nel periodo tra il 6/9 Gennaio 2018. Accumuli precipitativi che hanno localmente superato i 400mm.

Analisi del Fenomeno

Il comparto Europeo ha visto lo scendere di una saccatura sulla penisola Iberica, bloccata ad Est ed a Ovest, dall’alta pressione. Tale sistema si è poi isolato in un cut-off e la depressione originatasi ha richiamato correnti sciroccali sul nostro paese. Ciò ha permesso un aumento della temperatura su gran parte d’Italia.

Saccatura sulla Penisola Iberica
Saccatura sulla Penisola Iberica

Sui settori Alpini occidentali la componente sciroccale e la mancanza di aria fredda, ha permesso accumuli nevosi solamente dai 1400/1500m, nelle zone esposte alla ventilazione mite e umida. La zona dei settori alpini nei pressi di Cuneo, hanno visto invece una quota neve fin a 800m, grazie al riparo dalle correnti miti e umide.

Il lento spostamento del minimo depressionario verso est, ha permesso una maggiore durata del flusso sciroccale con apporti precipitativi maggiori sui versanti esposti.

Dati Rilevati

Accumuli Nevosi Settori Alpini regione Piemonte
Accumuli Nevosi Settori Alpini regione Piemonte – Arpa Piemonte

Facendo riferimento alle mappe elaborate da Arpa Piemonte, nel corso dell’evento, a partire da sabato 6 gennaio, si sono registrati i valori maggiori sui settori delle Alpi Cozie Nord e Alpi Graie con valori medi a 2000 m di quota intorno ai 120-200cm.

I valori decrescono progressivamente andando verso nord e verso sud con 90-130cm su Alpi Pennine e Alpi Cozie S, 80-90cm su Alpi Marittime e 50-70cm su Alpi Lepontine e Alpi Liguri.

Foto e Video

Autore dell'articolo: Pardini Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*