Weekend instabile, da Lunedì calo termico e gelate

Buongiorno è in arrivo la perturbazione atlantica, in queste ore si sta scavando un minimo di bassa pressione sul Ligure che darà luogo a precipitazioni in particolare su: Lombardia, levante ligure, triveneto, alta Toscana; qualche fenomeno potrà interessare anche i settori tirrenici centrali e entro fine giornata anche le Marche.

Domenica la perturbazione si sposterà lungo la Penisola portando precipitazioni nelle regioni centrali adriatiche e sul basso versante tirrenico.

Al nord ovest avremo un miglioramento delle condizioni meteo con cieli soleggiati fin dal mattino. Residue precipitazioni potranno però interessare le Venezie e le Alpi orientali, qui con neve fin a fondovalle.

E sarà proprio la Neve protagonista di questo weekend che stando alla modellistica, potrebbe infatti cadere: in appennino settentrionale dai 400/600m, mentre in quello centrale dai 500/1200m.

Le precipitazioni, al pomeriggio tenderanno ad esaurirsi al Nord est e si faranno più probabili in gran parte del centro italia in particolare sui versanti adriatici.

Le temperature

A livello termico ci aspettiamo una generale diminuzione, fatta eccezione per i settori di Nord Ovest e Ionico, per effetto dei venti di Foehn o Favonio.

I Venti e i Mari

La perturbazione sarà accompagnata da venti anche forti. Nella giornata odierna avremo una intensificazione della ventilazione dai quadranti meridionali in particolare Scirocco e Libeccio, con successiva rotazione a Maestrale in Sardegna.

Domani Domenica i venti saranno da Nord con Grecale e Tramontana. Forte Mestrale sulle isole maggiori con raffiche che potranno raggiungere gli 80km/h in Sardegna.

Mari che vedranno un conseguente aumento del moto ondoso fin a molto mossi o agitati specie attorno a Sardegna e Sicilia.

Tendenza Settimana

La nuova settimana si presenterà molto dinamica e dalle caratteristiche invernali con ventilazione fredda dai quadranti settentrionali e nuove perturbazioni che potrebbero irrompere in sede mediterranea.

Lunedì avremo residue precipitazioni tra Abruzzo e Puglia, e nella parte settentrionale della Sicilia. Qulche fiocco potrebbe cadere su queste zone a quote collinari tra Abruzzo e Molise e sopra i 1000m in Sicilia. Al nord invece troveremo condizioni di tempo stabile con ampie schiarite. I venti si manterranno dai quadranti settentrionali con intensità fin forte al centro-sud. Temperature che saranno in calo ovunque, molto fredde e non escludiamo la possibilità di gelate al Nord, dove sono attese minime intorno allo zero.

Lunedì Temperature a 2m previste da GFS - elab. Meteociel
Lunedì Temperature a 2m previste da GFS – elab. Meteociel

 

Martedì Temperature a 2m previste da GFS - elab. Meteociel
Martedì Temperature a 2m previste da GFS – elab. Meteociel

Martedì avremo una giornata ancora di tempo stabile ma nel corso del giorno le prime avvisaglie della nuova perturbazione che potrà fare il suo ingresso Mercoledì, le avremo su alta Lombardia e Liguria di levante.

Mercoledì dovrebbe fare il suo ingresso la perturbazione di origine artica, dovuta ad un Vortice Polare piuttosto instabile e alla continua spinta dell’anticiclone delle Azzorre in sede Atlantica. Inoltre grazie all’aria fredda affluita nei giorni precedenti, non escludiamo la possibilità di nevicate fin  a quote molto basse. Per maggiori dettagli vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti.

 

 

 

Autore dell'articolo: Pardini Andrea