Primo peggioramento autunnale nel week end

 

Dopo mesi di clima molto secco e rovente, fin dai primi giorni di settembre l’estate ha mostrato i primissimi segni di cedimento, ma adesso è alle porte un guasto ben più serio, dalle caratteristiche prettamente autunnali.

Nella giornata di domani un’intensa saccatura nord atlantica penetrerà sul Mediterraneo centro occidentale, generando un primo peggioramento del tempo più organizzato nel corso del pomeriggio sul nord ovest. La Liguria risulterà particolarmente colpita dalle piogge, che potranno risultare anche molto intense. Accumuli consistenti anche sui settori alpini. In serata le piogge guadagneranno terreno verso il nord est e ad essere interessate in maniera decisa saranno anche Lombardia centro orientale, parte dell’Emilia, Veneto occidentale e Trentino alto Adige, mentre il maltempo continuerà a bersagliare duramente la Liguria, a causa di una convergenza di venti al suolo tra scirocco e libeccio.

Nella giornata di domenica la furia delle piogge si sposterà in particolare al nord est e regioni centro meridionali tirreniche, segnatamente Triveneto, Romagna, Toscana, Lazio e Campania. Soprattutto sulle regioni tirreniche, il calore del mare sarà la materia prima per la formazione di intensi sistemi temporaleschi, anche di tipo autorigenerante, locali supercelle e possibili trombe marine. Ad essere interessate dalle precipitazioni, seppur in maniera meno intensa, saranno anche la Sardegna e le regioni adriatiche, fino a parte della Puglia.

Nella giornata di lunedì invece, la saccatura atlantica si tramuterà in una pericolosa depressione mediterranea sul Tirreno centrale che continuerà a rinnovare condizioni di maltempo intenso su tutto il centro sud, con le piogge che potranno risultare anche molto violente.

Le temperature domani si presenteranno più fresche al nord ovest e sulla Toscana, con massime inferiori ai 25 gradi. Qualche grado in più altrove. Domenica avremo un generale calo termico su tutto il centro nord, mentre avremo un temporaneo aumento dei valori sul basso adriatico e sullo Ionio, dove rinforzerà lo scirocco. Lunedì nuovo calo termico anche qui.

Attenzione anche ai venti, che soffieranno intensamente tra domani pomeriggio e domenica dai quadranti meridionali su tutto il centro sud, fin sull’alto adriatico, con i mari che risulteranno mossi o molto mossi. Domenica invece in Sardegna subentrerà il maestrale.

Autore dell'articolo: Pardini Andrea