Bali Indonesia oltre 144mila persone a rischio del Vulcano Agung

Tremori e leggere fumate emergono dal vulcano Agung nell’Isola di Bali in indonesia. Nelle ultime settimane fa sapere l’Osservatorio indonesiano di vulcanologia e pericoli geologici che vi è stato un netto aumento dei fenomeni tellurici, gli esperti affermano che si tratta del magma che continua a salire verso la superficie.

Già in passato il vulcano ha portato distruzione: nel 1963 provocò 1600 morti, con la cenere che raggiunse Jakarta, (circa 1000km di distanza). Il governo ha già emesso un ordine di evacuazione per le abitazioni che si trovano nel raggio di 12km dal cratere, invitando anche i turisti ad evitare la zona interessata ma limitandosi alle classiche zone turistiche che distano a circa 75 km da Agung e non sembrerebbero interessate dal pericolo di un’eruzione.

L’Aeroporto attualmente funziona con regolarità, tuttavia molte compagnie sono pronte ad annullare le tratte da e per Bali, e monitorano la situazione in attesa di nuovi movimenti di Agung. Virgin Australia e Jetstar, ad esempio, hanno rassicurato i viaggiatori sulla presenza di carburante in più per un’eventuale fuga da Bali.

Il rischio è che in caso di eruzione le ceneri in sospensione in quota possano rendere impossibile il transito del traffico aereo.

 

Autore dell'articolo: Pardini Andrea