Picco del Caldo e segnali di cedimento dell’Alta Pressione

Siamo nel vivo dall’ondata di caldo e le temperature si presentano sopra la media anche di oltre 10 gradi. Quella che stiamo vivendo è una delle ondate di caldo più intense di sempre, e anche la durata è significativa. Il caldo non ci abbandonerà infatti fino ad inizio settimana e al centro sud per una rinfrescata bisognerà attendere la metà della prossima settimana.

Temp. 850hpa circa 1500m di altitudine
Temp. 850hpa circa 1500m di altitudine

Infatti nei il gran caldo continuerà ad essere padrone della nostra penisola e al centro nord i valori massimi potranno ancora toccare localmente i 40 gradi, mentre al sud avremo addirittura un aumento dei valori, con temperature fino a 41/43 gradi, specie nelle zone interne della Puglia.

Temp. 2m Massime Sabato 5 Agosto 2017
Temp. 2m Massime Sabato 5 Agosto 2017

Un’effimera flessione termica, tuttavia, nel weekend al centro nord ci potrà essere (si parla di 1 o 2 gradi) ma i tassi di umidità potranno aumentare, rendendo il caldo più fastidioso (caldo che infatti, ad eccezione delle coste, è stato fin’ora abbastanza secco al centro). L’aumento dell’umidità sarà comunque sinonimo di invecchiamento dell’anticiclone, segno che quindi ci stiamo avviando verso la fine della grande calura.

Animazione dei Geopotenziali 500hpa
Animazione dei Geopotenziali 500hpa

I geopotenziali cominceranno a calare, per il lento e graduale deterioramento dell’alta pressione, e nella giornata di domenica avremo i primi temporali al nord in sconfinamento verso la pianura padana. Ed ecco che arriverà anche un primo sensibile calo delle temperature al nord, per la giornata di lunedì.

A inizio settimana poi l’alta pressione africana sarà minacciata in maniera più decisa da una saccatura sull’Europa centro occidentale, che influenzerà in parte il tempo anche sul nord Italia. Le regioni settentrionali infatti saranno interessate un’accentuata attività temporalesca pomeridiana, in un contesto termico meno caldo. Il gran caldo non mollerà però facilmente la presa al centro sud. Qui, per una rinfrescata, bisognerà attendere almeno la metà della settimana, quando la perturbazione probabilmente, dopo aver lambito le regioni centrali adriatiche, sfilerà poi sui Balcani. Ed ecco che potranno effettuare quindi il loro ingresso correnti d’aria più fresca anche verso le regioni centro meridionali.

Post Author: Massimo Macinilik

Sostieni Rete Meteo Amatori
Contribuisci al nostro operato con una libera donazione