Brutte Notizie dall’Artico Nuovo Record Minimo

Continuano le brutte notizie, la calotta Artica ha visto un inverno decisamente troppo mite e l’estensione massima annuale, raggiunta lo scorso 7 marzo, è rimasta abbondantemente sotto media. Il livello raggiunto è il più basso registrato negli ultimi 38 anni con solo 14,42 milioni di chilometri quadrati (1,22 milioni di chilometri quadrati in meno rispetto alla media calcolata tra il 1981 ed il 2010).

L’analisi

L’analisi stagionale della NOAA, evidenzia una anomalia di positiva di 2/3°C tra i mesi di Dicembre e Febbraio rispetto alla media tra il 1981 e il 2010. Le temperature infatti sono rimaste stabilmente dai 2 ai 5°C al di sopra della media stagionale. A spingere la colonnina di mercurio verso l’alto sono stati i venti caldi che hanno soffiato per gran parte dell’inverno sui mari di Barents e di Kara.

Le Previsioni per il futuro

Le previsioni statistiche non sono per nulla incoraggianti, il quadro tracciato è a tutti gli effetti allarmante. Se non cambiamo rotta, considerano gli scienziati, il trend attuale porterà ad un continuo aumento della temperatura globale con conseguente scioglimento totale della calotta artica con una probabilità del 79%.

Fonte [NOAA, National Snow and Ice Data Center]

Autore dell'articolo: Pardini Andrea