Temporaneo calo termico poi nuova intensificazione

Negli ultimi giorni l’alta pressione ha leggermente abbassato la guardia, permettendo a qualche temporale anche intenso di riaffacciarsi su alcune zone della penisola. Nulla di eccezionale ovviamente, ma solo qualche fenomeno temporalesco che, nelle zone interessate, ha potuto regalare un temporaneo refrigerio.

Geop. 500hpa

In queste ore un nucleo d’aria fresca sta scivolando sui Balcani, lambendo anche parzialmente la nostra penisola. Pertanto, nel pomeriggio odierno 17 Giugno, sulle regioni centro meridionali potranno innescarsi numerosi temporali, specie nelle zone interne del versante tirrenico. Il parziale cedimento da parte dell’alta pressione di matrice nord africana culminerà nelle prossime ore con l’ingresso di venti più freschi e secchi dai quadranti nord orientali, che faranno scendere le temperature anche di 5/7 gradi sul medio adriatico. Altrove il calo termico sarà più blando.

La giornata di domani Domenica 18 Giugno risulterà quindi un po’ più fresca e secca, ma comunque soleggiata pressoché ovunque. Qualche rovescio sarà possibile solo sulla Sicilia. L’anticiclone delle Azzorre infatti dall’Europa centro occidentale si espanderà verso est, tornando a proteggere il Mediterraneo ma lasciando comunque spazio alle fresche e secche correnti nord orientali.

Tendenza Prossima Settimana

La prossima settimana si aprirà con un tempo ancora soleggiato ovunque e con caldo sopportabile; temperature massime che difficilmente supereranno i 30 gradi.

Geop. 500hpa

Ma il gran caldo avrà ancora molto da dire; nei giorni successivi, a causa della presenza di una goccia fredda in oceano, avremo l’afflusso verso il Mediterraneo centro occidentale di aria via via più calda di origine nord africana.

L’anticiclone delle Azzorre lascerà nuovamente il posto a quello africano e avremo una nuova accentuazione del caldo e dell’afa, con l’invecchiamento dell’alta pressione. Temperature fino a 33/35 gradi su gran parte delle regioni. Questa situazione potrà persistere per gran parte della prossima settimana, quindi prepariamoci a un’altra settimana in compagnia del gran caldo.

Post Author: Massimo Macinilik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*